Lavoro di squadra

Perchè il lavoro di squadra è meglio ?

Prima di introdurre il tema di oggi che – come avrai capito – tratta del lavoro di squadra – devo fare  una doverosa premessa.

Cio’ che mi ha fatto scattare la molla nello scrivere quello che leggerai tra poco, è dovuto ad un articolo del Dott. Filippo Ongaro, persona e professionista che stimo moltissimo.

Tra l’altro ho la fortuna di averlo anche come professore al College che sto attualmente frequentando.

Che cosa diceva esattamente in questo suo articolo ?

Ti riporto la parte saliente:

”  Gli altri ci influenzano nel bene e nel male. Se ci circondiamo di persone negative che mangiano male e che sono assolutamente sedentarie, renderemo il nostro progetto di cambiamento di vita una sorta di corsa a ostacoli.

Prova a cambiare giro, a cercare nuovi amici o a selezionare meglio tra la cerchia di persone che conosci preferendo quelli che possono essere uno stimolo positivo.

Magari chiedi a qualcuno se puoi aggregarti in occasione di qualche allenamento o corso. Il supporto altrui può essere fondamentale in particolare quando si tratta di un vero e proprio contagio promosso dall’esempio.

-Dr.Filippo Ongaro ”

Qui il dottore si riferisce ad un aspetto importante e cioè al fatto che tante volte possiamo avere le intenzioni migliori del mondo , ma se le situazioni o le persone ci remano contro, non è per niente facile.

Ecco che allora nel momento in cui si sceglie il professionista da cui farsi seguire , non conta solo la sua esperienza e professionalità, conta anche l’empatia,  conta anche trovare una persona che ci segua e ci incentivi , se poi è più di una persona perchè c’è una vera e propria squadra a sostenerci, allora così è proprio il massimo.

Soprattutto quando ci rendiamo conto che dobbiamo cambiare qualcosa nel nostro stile di vita per stare bene.

Soprattutto quando si tratta del nostro ben-essere fisico ed indirettamente anche di quello mentale.

Perchè vedi il corpo umano è davvero una macchina perfetta, regolato da tutta una serie di meccanismi ( e componenti ) , che se però saltano – nel medio e lungo periodo – possono dare problemi.

Perché generalmente nel medio e lungo periodo?

Perché a livello di dna siamo programmati per la sopravvivenza e quindi questa nostra macchina perfetta, tampona eventuali situazioni sbagliate e/o negative , anche per lungo tempo.

Fino a quando non ce la fa più .

E qui di solito si ha un problema, che può’ essere più o meno grande.

Quindi è meglio evitare una situazione del genere.

Ma non è di questo che intendo parlare oggi.

Sai quanto ritengo importante la conoscenza e la consapevolezza.

Ci permettono di imparare , valutare , scegliere e decidere.

E questo in qualsiasi ambito della vita

( ecco perchè per esempio la formazione costante e continua per i professionisti è importante e fondamentale ).

Bene.

Prendiamo per esempio il desiderio di rimanere o tornare in forma, visto che tratto di ben-essere.

– non basta solo mettersi a dieta
( già dire così è sbagliato : si tratta di imparare ad avere un sano stile di vita )

– non basta solo fare attività fisica

bisogna fare entrambe le cose : solo dieta o solo esercizio fisico NON sono sufficienti

– non serve mangiare meno in maniera indiscriminata

– non serve – anzi sono solo dannose – le diete fai da te

– non è detto che cio’ che ha funzionato per la tua amica o persona che conosci possa funzionare anche per te

– per lo stesso motivo, cio’ che in linea teorica va bene per tutti , non è detto che vada bene anche per te

– ci si dimentica troppo spesso delle componenti emotive e psicologiche che giocano un ruolo fondamentale, quando si tratta di cambiare il proprio stile di vita ( e non parlo solo di quando magari in un momento no ti fonderesti letteralmente dentro un vaso di nutella da 10 kg … )

– determinazione , disciplina e costanza sono fondamentali

– ci sono anche la componente genetica e la fisiologia umana da considerare

– ultimo ma non meno importante, i condizionamenti familiari , come ben spiegato dall’articolo del dott Ongaro.

A meno che la tua determinazione non sia davvero d’acciaio, è sempre molto difficile se le persone di cui ti circondi ti remano contro…

Ecco che allora diventa importante sapere intanto da dove si parte

(quello che in gergo tecnico viene chiamato stato attuale )

per sapere dove si vuole arrivare ( stato desiderato )

e quali obiettivi si vuole raggiungere , perchè sei tu a scegliere;

poi a seconda dell’importanza o grandezza di questo obiettivo, si elabora un piano d’azione suddiviso per sottobiettivi.

Ed è qui allora che entrano in gioco gli strumenti necessari , che sono quelli che solo un professionista puo’ identificare per te, come un vestito di sartoria da cucirti addosso alla perfezione.

Per garantirti il risultato finale ma anche per renderti la vita più’ semplice nel raggiungerlo.

E il lavoro di squadra tra professionisti è importante:

– chi ti segue a livello nutrizionale
– chi ti segue a livello fisico e sportivo
– chi ti segue a livello emozionale e psicologico

questo si chiama coaching.

e mentre vieni affiancato, migliori, ti rinnovi e cambi.

Questo – e non solo –  è perché sto costruendo un team di persone pronte a seguirti.

perchè ogni persona va seguita fin nel minimo dettaglio

perchè ogni persona va ascoltata, capita e supportata nella maniera piu’ idonea

E tu?

Cosa ne pensi?

 

 

Per il tuo Ben-essere

menopausaPIUVITALITA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *